L’amore è un progetto pericoloso

0
60
visualizzazioni
L'amore è un progetto pericoloso
L'amore è un progetto pericoloso Book Cover L'amore è un progetto pericoloso
La Gaja scienza
Graeme Simsion
Romanzo
Longanesi
22 Gennaio 2015
ebook
368

Il «Progetto Moglie» di Don Tillman, professore di genetica australiano in trasferta a New York, sta andando alla grande. Felicemente sposato con Rosie, la ragazza che come un ciclone ha travolto la sua vita, Don sta scoprendo che si può vivere sereni anche in un appartamento pieno di inutili oggetti decorativi, e con un frigorifero invaso di cibi dimenticati. Niente di tutto questo è facile, per il professor Tillman, perché da sempre, per la sua stessa conformazione mentale, è abituato a programmare ogni aspetto della sua vita: dal consumo dei pasti agli spostamenti casa-lavoro effettuati in nome dell’efficienza. Ma Rosie – la «donna più bella del mondo» per Don – ha portato nella sua vita un tale grado di felicità da compensare anche i piccoli fastidi di una vita disordinata. E in fondo, Don sapeva fin dall’inizio che l’amore è un progetto pericoloso, e non può fare a meno di chiedersi ogni giorno se Rosie non sia vittima di un macroscopico abbaglio. Don teme che arrivi il momento in cui Rosie si renderà conto di non poter stare con un uomo così maniacale, rigido e refrattario agli imprevisti. Anche perché è in arrivo l’imprevisto degli imprevisti, il progetto più pericoloso di tutti. Ed è quando sente Rosie pronunciare le parole «Siamo incinti» che Don capisce di dover affrontare la prova più grande: dimostrare di essere pronto a fare il padre... State per fare la conoscenza di un irresistibile combinaguai, un uomo che sfida il concetto (o il preconcetto?) di normalità in modi spesso esilaranti, a tratti commoventi, di certo sempre intelligentemente provocatori. Don Tillman ha conquistato il cuore e la mente di milioni di lettori in tutto il mondo e anche per voi sarà indimenticabile.

A distanza di qualche anno ecco il seguito di “L’amore è un difetto meraviglioso“; ci si sposta dall’Australia a New York, dove ritroviamo il simpatico Don, la stravagante Rosie, l’instancabile Gene ed altri personaggi che sono entrati a far parte della vita americana dei protagonisti.
Mi è difficile fare il paragone con il primo  libro, perchè ormai è passato un bel po’ di tempo da quando ne ho terminato la lettura, però lo ricordo ancora come un bel libro gradevole ed originale. Questo non posso dire che non lo sia, ma, forse come un po’ tutte le cose che si ripetono, ha perso la caratteristica principale dell’originalità.

La storia si legge volentieri, ma senza particolare interesse ed è anche stavolta abbastanza prevedibile. Il protagonista con il suo modo di pensare e le sue ossessioni, non regala particolari sorprese, anzi essendo carta conosciuta perde anche un po’ della simpatia che lo caratterizzava in passato, probabilmente proprio perchè ormai lo si conosce a fondo. Insomma alla fine è una storia che si legge, simpatica e leggera, senza troppe pretese, ma sicuramente non interessante e coinvolgente come la prima.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui