Nel silenzio delle nostre parole

0
38
visualizzazioni
Nel silenzio delle nostre parole
Nel silenzio delle nostre parole Book Cover Nel silenzio delle nostre parole
Simona Sparaco
Romanzo
DeA Planeta Libri
14 maggio 2019
ebook
288

Non c’è morte che non presupponga una rinascita. Imparare a decifrarla può dare un senso a tutto ciò che resta. Persino alla cenere. «Un romanzo corale che parla di vita. Il suo libro più bello.» Chiara Gamberale «Leggendo queste libro ci sono cose che ti resteranno per sempre.» Massimo Gramellini «Il romanzo più maturo di un’autrice amatissima.» Michela Marzano «Un piccolo miracolo di umanità, uno dei pochi veri romanzi di oggi.» Antonio Scurati  È mezzanotte e una nebbia sottile avvolge la metropoli addormentata. In un palazzo di quattro piani, dentro un appartamento disabitato, un frigorifero va in cortocircuito. Le fiamme, lente e invisibili dall’esterno, iniziano a divorare ciò che trovano. Due piani più in alto, Alice scivola nel sonno mentre aspetta il ritorno di Matthias, il ragazzo che ama con una passione per lei nuova e del quale non è ancora riuscita a parlare a sua madre, che abita lontano e vorrebbe sapere tutto di lei. Anche Bastien, il figlio della signora che occupa un altro degli interni, da troppi mesi ormai avrebbe qualcosa di cruciale da rivelare alla madre, ma sa che potrebbe spezzarle il cuore e non trova il coraggio. È un altro tipo di coraggio quello che invece manca a Polina, ex ballerina classica, incapace di accettare il proprio corpo dopo la maternità, tantomeno il pianto incessante del suo bambino nella stanza accanto. Giù in strada, nel negozio di fronte, Hulya sta pensando proprio a lei, come capita sempre più spesso, senza averglielo mai confessato, ma con una voglia matta di farlo. Per tutti loro non c’è più tempo: un mostro di fuoco sta per stravolgere ogni prospettiva, costringendoli a scelte estreme per colmare quei silenzi, o per dare loro un nuovo significato. Con una straordinaria sensibilità e una scrittura che diventa più intensa a ogni pagina, Simona Sparaco indaga i momenti terribili in cui la vita e la morte si sfiorano diventando quasi la stessa cosa, e in cui le distanze che ci separano dagli altri vengono abbattute dall’amore più assoluto, quello che non conosce condizioni. «Una storia ad alto tasso di commozione.» Eleonora Barbieri, ‘Il Giornale’ «Il romanzo che ha vinto la prima edizione italiana del premio DeA Planeta, ci parla di morte e rinascita. Di particolari che si incidono sulla pelle, di dolore e speranza.» Marta Cervino, ‘Marie Claire’ «Un libro di rapporti umani che racconta un mondo ordinario in maniera straordinaria.» Marcello Fois «È impensabile smettere di leggere questo libro. […] L’ho amato immensamente.» Fabio Geda «Il romanzo della Sparaco è denso di umanità, nella sua forma più contorta e complessa, quella che unisce i genitori a figli e i figli ai genitori. Ed è – cosa rara per la letteratura italiana – un romanzo europeo.» Antonio Polito, ‘Corriere della Sera’ «Questo libro vi farà del male. Ma poi vi farà più bene.» Rosaria Renna «Un romanzo profondo, doloroso e commovente con il ritmo di un thriller.» Alessandra Tedesco, radio 24

Un libro bellissimo seppur drammatico questo Nel silenzio delle nostre parole, vincitore della prima edizione del Premio DeA Planeta nel 2019.

Simona Sparaco prende spunto da un episodio di cronaca,l’incendio della Grenfell Tower di Londra, per descrivere, sottoforma romanzata, la storia dii un incendio che in una notte mette fine a vita e sogni di tante persone.

La storia è ambientata a Berlino, in un palazzo in cui vivono una ragazza italiana appena trasferitasi a casa del compagno tedesco, una donna anziana e malata di origini algerine con suo marito, una ballerina lettone appena diventata madre.

Di fronte al palazzo c’è un negozio di späti, tipico luogo berlinese, aperto anche di notte, che vende un po’ di tutto da birre ed alcolici a giornali, gestito da una famiglia turca.

Personaggi differenti di origine e caratteri completamente diversi, tutti accomunati improvvisamente da una tragedia.

«È incredibile come la vita metta alla prova la tua capacità di resistenza. Ma se sei disposto a lottare, non riescono a strapparti via tutto. La dignità di un uomo resiste, ben oltre l’immaginabile».

La narrazione parte dal momento in cui si inizia ad avvertire il fumo negli appartamenti, per poi ripercorrere le ultime 12 ore e presentare così la vita dei diversi protagonisti, fino al momento del dramma e chiudere quindi il cerchio.

Al centro di tutto il tema della maternità o meglio del rapporto madre-figlio, nelle diverse condizioni possibili. Rapporti spesso difficili, a volte a senso unico, che pagano errori e silenzi, che inevitabilmente influenzano e condizionano i figli una volta adulti. Eppure su tutti i problemi che possono sorgere, prevale sempre, ancor di più nelle difficoltà, l’istinto materno, in grado di reggere, combattere e vincere su tutto.

Il pallone aerostatico è sollevato in aria, ma al tempo stesso fissato a terra, trattenuto nel suo volo da una lunga corda scura che oscilla debolmente. Quasi un cordone ombelicale, pensa Hulya, qualcosa che, anche se reciso, non si potrà mai spezzare del tutto.

Anche qui un cerchio che si chiude, quello che riporta i figli a ricongiungersi e diventare punti di riferimento dei genitori ormai anziani.

Un racconto struggente e bellissimo, che tocca corde profonde e non può lasciare indifferenti.

Una frase…

Quante parole ci diciamo che sono solo silenzio? Perché vorremmo dirne altre ma non abbiamo il coraggio di dargli voce. Almeno a me è questo che succede, soprattutto con te. E qualche volta il silenzio delle nostre parole si fa così assordante che ho bisogno di una via di fuga.

Premi

2019 – Premio DeA Planeta

Contenuti extra

Dal sito del Premio DeA Planeta il video della premiazione de Nel silenzio delle nostre parole

  • Trama
  • Personaggi
  • Ambientazione
  • Linguaggio
  • Copertina
  • Complesso
4.2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui