So che un giorno tornerai

0
68
visualizzazioni
So che un giorno tornerai
So che un giorno tornerai Book Cover So che un giorno tornerai
Narrativa Contemporanea
Luca Bianchini
Romanzo
Edizioni Mondadori
2 Ottobre 2018
audible
264

Angela non ha ancora vent'anni quando diventa madre, una mattina a Trieste alla fine degli anni Sessanta. Pasquale, il suo grande amore, è un "jeansinaro" calabrese, un mercante di jeans, affascinante e già sposato. Lui le ha fatto una promessa: "Se sarà maschio, lo riconoscerò". Angela fa tutti gli scongiuri del caso ma nasce una femmina: Emma. Pasquale fugge immediatamente dalle sue responsabilità, lasciando Angela crescere la bambina da sola insieme alla sua famiglia numerosa e sgangherata. I Pipan sono capitanati da un nonno che rimpiange il dominio austriaco, una nonna che prepara le zuppe e quattro zii: uno serio, un playboy e due gemelli diversi che si alternano a fare da baby sitter a Emma. Lei sarà la figlia di tutti e di nessuno e crescerà così, libera e anticonformista, come la Trieste in cui vive, in quella terra di confine tra cielo e mare, Italia e Jugoslavia. Fino al giorno in cui deciderà di mettersi sulle tracce di suo padre, e per lui questa sarà l'occasione per rivedere Angela, che non ha mai dimenticato. So che un giorno tornerai è un romanzo sulla ricerca delle nostre origini, la scoperta di chi siamo e la magia degli amori che sanno aspettare. Con ironia e un pizzico di nostalgia, Luca Bianchini ci prende per mano e ci porta a conoscere i sentimenti più nascosti in ognuno di noi, per scoprire che non hanno confini, "da Trieste in giù". Alla fine, ognuno di noi s'innamora di chi ci guarda per un attimo e poi ci sfugge per sempre.

Un libro leggero scelto per svagarsi gli ultimi giorni dell’anno.

Luca Bianchini, autore di Io che amo solo te e La cena di Natale, conferma in pieno l’opinione maturata con la lettura di questi due titoli; quello di scrittore non particolarmente talentuoso, che riesce a produrre libretti in grado di strappare un sorriso, ma nessun capolavoro che meriti, a mio modesto parere, le tante copie vendute.

Dal sud questa volta ci spostiamo nel nord, a Trieste,dove una giovane ragazza partorisce una bambina, frutto di un grande amore, ma di una relazione sbagliata. Seguiamo mamma e figlia nel tempo, la loro crescita, la maturazione personale e del loro rapporto.

Una trama semplice, un po’ meno scontata dei libri precedenti, sicuramente più studiata, ma senza nulla di sorprendente o che susciti un particolare interesse.

L’uso della lingua italiana è poco più che mediocre, con tentativi di usare metafore e allegorie, a volte riusciti, spesso meno. E’ un linguaggio semplice quindi scorrevole e facilmente leggibile, ma non certo uno stile particolarmente piacevole.

Poco approfonditi i contesti, da quelli ambientali a quelli temporali, cosa molto grave per qualunque scrittore, ancor più se si fanno errori grossolani all’interno di una storia ambientata pochi decenni fa, in anni che dovrebbero essere ben noti all’autore, perchè vissuti in prima persona.

Dopo tante note pressochè negative, va invece riconosciuta all’autore la capacità di produrre una straordinaria varietà di personaggi. Già i libri precedenti ne contenevano una notevole quantità, tutti ben delineati, anche semplicemente con una caratteristica o attraverso un episodio.

Qui, rispetto alla lunghezza del racconto, non solo in termini di pagine, ma anche di arco temporale, troviamo una minor varietà di personaggi, ma perfettamente inquadrati attraverso i pochi dettagli che l’autore ci mette a disposizione. Gli bastano infatti poche parole per permettere al lettore di cogliere il carattere che si cela dietro ciascuno di essi, che siano protagonisti o semplici comparse.

La caratterizzazione dei personaggi, simpatici e spesso originali, è la vera colonna portante del racconto, sicuramente molto più dello stile e probabilmente anche della stessa trama.

In definitiva un romanzo giusto per qualche ora di svago e per strappare un sorriso.

  • Trama
  • Personaggi
  • Ambientazione
  • Linguaggio
  • Copertina
1.7

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui