Gli anni della leggerezza (Cazalet #1)

0
64
visualizzazioni
Gli anni della leggerezza
Gli anni della leggerezza. La saga dei Cazalet Book Cover Gli anni della leggerezza. La saga dei Cazalet
Le strade 264
Elizabeth J. Howard
Romanzo
Fazi
201510 Settembre 2015
audible,ebook
606

È l’estate del 1937 e la famiglia Cazalet si appresta a riunirsi nella dimora di campagna per trascorrervi le vacanze. È un mondo dalle atmosfere d’altri tempi, quello dei Cazalet, dove tutto avviene secondo rituali precisi e codici che il tempo ha reso immutabili, dove i domestici servono il tè a letto al mattino, e a cena si va in abito da sera. Ma sotto la rigida morale vittoriana, incarnata appieno dai due capostipiti affettuosamente soprannominati il Generale e la Duchessa, si avverte che qualcosa sta cominciando a cambiare.

Ed ecco svelata, come attraverso un microscopio, la verità sulle dinamiche di coppia fra i figli e le relative consorti. L’affascinante Edward si concede svariate amanti mentre la moglie Villy si lacera nel sospetto e nella noia; Hugh, che porta ancora i segni della grande guerra, forma con la moglie Sybil una coppia perfetta, salvo il fatto che non abbiano idea l’uno dei desideri dell’altra; Rupert, pittore mancato e vedovo, si è risposato con Zoë, un’attrice bellissima e frivola che fatica a calarsi nei panni della madre di famiglia; infine Rachel, devota alla cura dei genitori, che non si è mai sposata per un motivo ben preciso. E poi ci sono i nipoti, descritti mirabilmente nei loro giochi, nelle loro gelosie e nei loro sogni, in modo sottile e mai condiscendente, dalle ingenuità infantili alle inquietudini adolescenziali.
Ma c’è anche il mondo fuori, e la vita domestica dei Cazalet s’intreccia inevitabilmente con la vita di un paese sull’orlo di una crisi epocale. Mentre le vicissitudini private dei personaggi vengono messe a nudo e vicende grandi e piccole intervengono a ingarbugliare le loro esistenze, si comincia a mormorare di una minaccia che viene dal continente, e che assume sempre più spessore nelle consapevolezze dei protagonisti, fino a diventare tangibile: la seconda guerra mondiale è alle porte.

La prosa sapiente di Elizabeth Jane Howard, il suo sguardo acuto e la sua ironia affilata ci accompagnano in queste pagine mano nella mano, fino alla fine del primo libro della saga dei Cazalet, lasciandoci con la voglia di andare avanti.

«È una scrittrice che dimostra attraverso il proprio lavoro a cosa serve un romanzo… ci aiuta a fare quello che è necessario: aprire occhi e cuore».
Hilary Mantel

«La scrittrice più interessante della sua generazione».
Martin Amis

«La sua scrittura è brillante. Ti fa ridere, a volte ti sciocca, e spesso ti fa piangere».
Rosamunde Pilcher

Bello bello bello questo libro. Una saga familiare con tutte le caratteristiche proprie del genere, che si legge d’un fiato.

Siamo alla fine degli anni ’30, in un’Inghilterra in ripresa dalla prima guerra mondiale, che assiste con timore all’ascesa di Hitler ed al rischio di un nuovo conflitto.Nella campagna inglese si riunisce per le vacanze estive la numerosa famiglia di un commerciante di legname: ritroviamo il capostipite, ormai anziano, sua moglie, tre figli maschi con rispettive consorti e figli e la sola figlia femmina nubile che si occupa dei genitori. Accanto a loro sfilano domestici e altri parenti che decidono di allontanarsi da Londra in attesa che sia scongiurata la guerra. Un variegatissimo gruppo di personaggi quindi, che riempiono le pagine con le loro caratteristiche, tutte diverse e perfettamente inquadrate, anche con poche righe. E’ impossibile non ritrovare nei caratteri descritti i propri parenti, vizi e virtù delle proprie famiglie.

L’autrice è bravissima a passare da personaggi maschili a personaggi femminili, ad inquadrare i bambini, con i loro ragionamenti un po’ “strampalati” e le loro curiosità; così come le paure ed i turbamenti adolescenziali dei ragazzi più grandi, la noia delle donne sposate, le difficoltà dei domestici.

Le descrizioni sono piene di particolari che ti permettono di inquadrare ogni situazione, luogo, epserienza come se la stessi vedendo con i tuoi occhi; eppure non si cade mai nella noia, nel prolisso. Ogni parola è ponderata per permettere al lettore di vedere l’immagine di ciò che accade, ma senza dilungarsi in descrizioni sterili o in dovizie di particolari inutili; si ha quindi l’impressione di guardare un film piuttosto che leggere un libro.

Il racconto scorre rapidissimo, passando da un personaggio all’altro, facendoti entrare nella vita di tutti,ma senza soffermarsi su nessuno in particolare ed inquadrando alla perfezione lo stile di vita così come il momento storico.

I volumi della saga sono ben cinque, quindi terminato il primo, non resta che tuffarsi nel secondo.

  • Ambientazione
  • Personaggi
  • Trama
  • Stile
  • Complesso
4.7

Consigliato

assolutamente sì a chi ama le saghe familiari e l’Inghilterra di un tempo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui