Cambio di rotta

0
69
visualizzazioni
Cambio di rotta
Cambio di rotta
Le strade 363
Elizabeth Jane Howard
Romanzo
Fazi Editore
6 Settembre 2018
363

Emmanuel e Lillian Joyce sono una coppia di mezz’età appartenente all’alta borghesia londinese ebraica e cosmopolita. Lui è un drammaturgo di successo, lei, più giovane del marito, è una donna fragile, raffinata e mondana. A mediare tra i due, il manager tuttofare Jimmy Sullivan. I Joyce conducono una vita da girovaghi: Londra e New York per il lavoro di Emmanuel, ma anche frequenti vacanze in varie località del Mediterraneo. Emmanuel tradisce Lillian con molta disinvoltura, con le giovani attrici e le segretarie che subiscono il suo carisma; complice anche l’abile lavoro di Jimmy, Lillian accetta con rassegnazione le infedeltà del marito e conduce una vita ovattata. Quando c’è bisogno di una nuova segretaria, entra in scena Alberta, una ragazza molto giovane e ingenua che proviene da una numerosa famiglia di campagna e si ritrova catapultata all’improvviso in un mondo a lei del tutto sconosciuto. Mentre i due uomini cominciano a subire il fascino semplice della ragazza e Lillian inizia a temere che Alberta diventi la prossima amante di suo marito, l’irrequieto quartetto si trasferisce su un’isola greca, dove le dinamiche fra i quattro personaggi prenderanno una piega inaspettata… Dall’autrice della saga dei Cazalet, un romanzo dalle atmosfere tutte nuove: con la finezza e l’eleganza che ben conosciamo, Elizabeth Jane Howard racconta la mondanità, la vita agiata dell’élite culturale, il mondo sfarzoso e nevrotico del teatro di fine anni Cinquanta. È attualmente in fase di lavorazione un film tratto da questo romanzo; regista e protagonista sarà l’attrice inglese Kristin Scott Thomas. All’uscita, nel 1959, questo romanzo fu incluso insieme a Lolita di Nabokov fra i migliori libri dell’anno da «The Sunday Times». «Cambio di rotta è un quartetto d’archi, plasmati e interconnessi in maniera meravigliosa. Alberta ha il guizzo di un’eroina di Turgenev. Questo non è un libro da donne, è un libro per tutti noi». «The Observer» «Howard è un’osservatrice davvero acuta del comportamento umano. I suoi volumi sono costruiti con tocchi minuscoli e brillanti… È questa la vera magia di Howard: la sua umanità trascende l’individuo». «The Sunday Times» «Una narratrice trascinante, avveduta e accurata nell’osservazione umana, con un orecchio affilato per il dialogo, che ha eletto la lingua inglese come suo oggetto di piacere». «The Guardian»

Non mi ha appassionato come la saga dei Cazalet, questo libro si Elizabeth Jane Howard. Nonostante questo l’ho letto con piacere. La modalità narrativa segue quella già sperimentata in altri libri, il racconto si sviluppa attraverso le voci dei quattro protagonisti, che pian piano ripercorrono gli stessi episodi per poi aggiungerne dei nuovi.
Emmanuel, scrittore di commedie, deve far debuttare la sua opera a New York ed è in cerca della protagonista. Lillian, sua moglie, malata di cuore, cerca di assecondare il suo carattere difficile, rimpiangendo un rapporto che ormai non hanno più. Accanto a loro il fedele Jimmy, che ormai segue Emmanuel da anni cercando di aiutarlo e recuperare ai suoi errori. A loro si aggiunge Alberta, la nuova segretaria, giovane ragazza incantata dalla nuova vita che all’improvviso si trova a vivere.
I quattro viaggiano tra Londra, New York, infine la Grecia, approfondendo i rapporti tra di loro, ma soprattutto viaggiando ciascuno dentro sè stesso, superando i propri scheletri.
Ho trovato un po’ lunga l’introspezione, a volte piena di dettagli per me superflui, rispetto alla narrazione più fluida e varia degli episodi dei Cazalet. In ogni caso ho trovato la lettura gradevole. 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui