Solo il tempo lo dirà (La saga dei Clifton #1)

0
8
visualizzazioni
Solo il tempo lo dirà
Solo il tempo lo dirà. La saga dei Clifton Book Cover Solo il tempo lo dirà. La saga dei Clifton
Jeffrey Archer
Romanzo
Harper Collins
25 Aprile 2018
ebook
490

L'epica storia della vita di Harry Clifton inizia nel 1920, con le parole "Mi è stato detto che mio padre è stato ucciso durante la guerra". Harry non ha mai conosciuto suo padre Arthur, scaricatore del porto di Bristol, se non attraverso le parole dello zio Stan, che si aspetta che il ragazzo si unisca a lui nel cantiere navale dei Barrington, una volta finita la scuola. Ma grazie a un dono inaspettato Harry vince una borsa di studio in un prestigioso collegio, e la sua vita cambia per sempre. Diventato adulto, continua ad interrogarsi su suo padre, la cui morte non smette di tormentarlo e lo spinge a scavare senza sosta per scoprire una verità che appare sempre più sfuggente. È davvero figlio di Arthur Clifton? Perché sua madre gli ha mentito? E per quale motivo tutti si rifiutano di dirgli cos’è successo veramente? Ambientato tra il 1920 e il 1940, Solo il tempo lo dirà, romanzo introduttivo dell’indimenticabile saga dei Clifton, conduce il lettore dalle banchine della classe operaia alle trafficate strade di New York City, dalle devastazioni della Grande Guerra allo scoppio del Secondo Conflitto Mondiale, in un viaggio memorabile al termine del quale il protagonista si troverà di fronte a un dilemma che non avrebbe mai immaginato di dover affrontare. Con La saga dei Clifton, grandiosa saga in sette volumi con un cast di personaggi indimenticabili, Jeffrey Archer, autore bestseller in tutto il mondo, racconta l’epopea di una famiglia attraverso le generazioni, attraverso gli oceani, attraverso dolori e trionfi. E conduce il lettore a ripercorrere cent’anni di storia recente. Solo il tempo lo dirà è il primo romanzo della serie.

Solo il tempo lo dirà è il primo dei sette volumi della saga dei Clifton scritta da Jeffrey Archer.

La storia è ambientata a Bristol e ha per protagonista Harry Clifton, ragazzo rimasto orfano di padre, nel suo tormentato rapporto con Hugo Barrington, amministratore delegato dell’omonima compagnia di navigazione.

Harry è un bambino di umili origini, il cui destino sembra essere quello di iniziare presto a lavorare, magari al porto, come lo zio, che ammira e segue come un padre.

Volevo sempre aiutare lo zio Stan a scaricare le navi che avevano appena attraccato, ma lui si limitava a ridere, dicendo: «Ogni cosa a suo tempo, ragazzino». Avrei voluto che quel momento fosse ben più vicino ma, senza preavviso, la scuola si mise di traverso.

Fortunatamente le persone intorno a lui ne riconoscono l’intelligenza a il talento e lo spronano a studiare, permettendogli di frequentare le scuole migliori, dove vanno prevalentemente i ragazzi dell’alta società.

Fu il primo a finirlo e, senza pensarci un istante, posò il cucchiaio sul tavolo, raccolse la scodella e si mise a leccarla. Diversi ragazzi lo fissarono, increduli, alcuni puntarono il dito, mentre altri risero di lui. La sua faccia assunse una sfumatura cremisi e lui mise giù la scodella.

La madre fa di tutto per permettere al figlio di studiare e far fruttare la propria intelligenza. Non si scoraggia mai e riesce a rialzarsi dopo ogni caduta che la vita le impone.

Emblematica e affascinante è la figura del Vecchio Jack, per molti uomo ormai fuori di testa, che vive in un vagone ferroviario all’interno dei cantieri. Harry è affascinato da lui fin da bambino e riconosce in lui la figura paterna che tanto gli manca.

Era difficile stabilire la sua età, perché aveva la faccia coperta da una barba brizzolata e ben curata, che lo faceva assomigliare al marinaio sul pacchetto delle Players Please. Ma quell’uomo aveva guardato Harry con un calore che lo zio Stan non aveva mai mostrato.

Vi sono infine i personaggi della famiglia Barrington, uomini contrastanti, tra il vecchio gentiluomo Walter, lo scapestrato Hugo e il giovane Giles amico di Harry.

La storia inizia nel 1920 anno di nascita di Harry ed arriva fino allo scoppio della seconda Guerra Mondiale. La narrazione è portata avanti in diverse parti, ognuna ripercorre gli stessi anni e gli stessi episodi vissuti da un personaggio diverso, per poi andare un po’ più avanti nel tempo. Ogni parte inizia con un capitolo diario, per poi riportare la narrazione in terza persona, ma con un protagonista differente. Questo stile narrativo rende molto più gradevole la lettura e non risulta per niente noioso nè ripetitivo. Anzi permette al lettore di scoprire pian piano i retroscena di ciò che è accaduto al protagonista.

In questo primo capitolo la narrazione appare abbastanza piatta per tre quarti del libro, per poi accelerare incredibilmente nel finale. Credo, però, che dipenda dal fatto che si stanno narrando per lo più episodi scolastici.

Non resta che vedere come proseguirà nei volumi successivi.

Una frase…

Alcune persone restano al tuo fianco nei momenti più cupi, altre si allontanano; solo pochi eletti ti vengono incontro e diventano amici ancora più intimi.

  • Trama
  • Personaggi
  • Ambientazione
  • Linguaggio
  • Copertina
  • Complesso
3.9

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui